martedì 25 luglio 2017

Segnalazione "LE ANIME PURE" di ELISA MURA

Buon pomeriggio, oggi voglio segnalarvi il libro "Le anime pure" dell'autrice Elisa Mura

Tutolo: Le anime pure

Autrice: Elisa Mura

Editore: Youcanprint Self-Publishing

Anno edizione: 2016

Pagine: 320 p., Brossura

Le anime pure è un romanzo che unisce intrecci differenti tra di loro: il sentimento romantico, il mistero, il sovrannaturale e il tormento per la perdita della persona amata. Vi sono, però, molti punti che li unisce,come il destino e l’importanza degli incontri che cambieranno, inesorabilmente,la vita di tutti i personaggi di questa storia.
Niente, però, nulla sarà lasciato  al caso. 
Edward, un’instancabile uomo votato ad aiutare il prossimo, perde casa e lavoro da un giorno all’altro ed è costretto a trovarsi una sistemazione al più presto. Durante il suo cammino, viene a conoscenza di Southfield Park, una tenuta di campagna bisognosa di aiuto dove, frequentemente, appare il fantasma di una donna. 
Edward decide di andare a indagare, proponendosi come domestico e la sua storia si intreccvene con quella di Sebastian: un uomo tormentato dalla scomparsa della moglie, morta in tragiche circostanze. Tra fenomeni sovrannaturali, morti inspiegabili, maggiordomi insopportabili e amori incontenibili, Edward, con l’aiuto di sua figlia, Adele, cercherà di riportare la serenità in quel luogo tetro e di svelare...

Alcuni estratti:

Non era affatto un mostro ciò che Edward vedeva, ma un essere incorporeo vestito di bianco dallo sguardo malinconico che metteva tanta tristezza e compassione.
Lei alzò gli occhi verso di lui mantenendo la stessa espressione addolorata, ben lungi dall’essere paragonabile alle terribili descrizioni fatte ad Edward da altri e lui si chiese, se fosse possibile provare a comunicare con lei.
<<Non volete fargli del male, vero? Non è per questo che siete qui>>volle sapere lui a bassa voce cercando di non svegliare Sebastian.
Il fantasma di Charlotte scosse la testa accennando un sorriso che Edward non si sarebbe mai aspettato e ricambiò; lei gli fece segno con la mano di seguirla, mentre il suo viso bianco passò dalla tristezza alla serietà, per poi scomparire completamente attraverso il muro.

Le stanze ormai erano svuotate: il servizio di porcellana, tanto amato dalla moglie, era al sicuro nel suo bagaglio. E non se ne sarebbe separato per nulla al mondo. Reginald abbaiò, facendolo tornare alla realtà e distaccando il suo padrone dai ricordi. Edward gli accarezzò il muso e sussurrò:<<è ora di andare.>>
 Prese cane e bagaglio, si fermò davanti all’uomo senza cuore e dopo averlo guardato con aria di sfida dritto negli occhi, girò lo sguardo e uscì verso l’ignoto. 

Come aveva notato al primo sguardo, le appariva come una graziosa bambola di porcellana, forse come quelle della sua collezione. Nei lineamenti assomigliava molto al fratello, sebbene più delicati e femminili, ma gli occhi erano più chiari del blu intenso di Sebastian. Indossava una vestaglia pesante sopra la camicia da notte, di colore rosso e oro che metteva in risalto i capelli scuri: era magra, le vene azzurre erano molto visibili sulle mani.

Biografia:

"Io ho 31 anni, sono nata e abito a Genova. Ho un diploma di scuola superiore a indirizzo professionale. Lavoro come consigliera di bellezza per una nota ditta di prodotti di bellezza."

"Ho una patologia un po’invalidante che in questi anni mi ha fatto penare, ma non mi arrendo. Vivo una vita piuttosto semplice, abbracciata ai miei tanti interessi. Amo leggere, sono un’appassionata di fantasy, ma leggo di tutto."

"Mi piacciono il teatro e il cinema, la natura e gli animali. Ho iniziato a scrivere solo quando mi sentivo pronta per iniziare. Le anime pure è il mio primissimo romanzo e ho scritto altri due libri che sono per ora iscritti a due concorsi"

lunedì 24 luglio 2017

Segnalazione "ROCK YOU" di I. M. ANOTHER

Buon pomeriggvoglio segnalarvi il libro "Rock you" dell'autrice I. M. Another


Titolo: Rock You

Sottotitolo: Conquistarti

Autore: I. M. Another

Volume autoconclusivo

Pagine: 270

Genere: Romance/New Adult

Prezzo: 2,99 o Gratis per K.U.

Link: https://www.amazon.it/dp/B073YSRW8V

 

Sinossi

"Se anche non fossi riuscito a toccarla con le mie mani, lo avrei fatto con la musica, fino a farla addormentare con le ultime note della mia canzone preferita."

La vita di Veronica scorre monotona, intrappolata in una routine grigia fatta di mille regole da seguire, bon ton e tailleur eleganti, locali costosi e amici poco sinceri. Le uniche cose che le permettono di riprendere fiato sono il suo amato violino, la passione per la musica e l'affetto incondizionato del padre, che farebbe di tutto pur di renderla felice.

Il suo equilibrio di cristallo, però, va totalmente in frantumi quando si ritrova coinvolta in un affare di famiglia e costretta a sposare Kain, il suo amico di infanzia.

Carisma da leader, maniere impertinenti, inchiostro sulla pelle e una band al seguito: Kain Valentine è una vera rockstar, e non ha bisogno di chiederle il permesso per abbattere le barriere del suo cuore di ghiaccio.
 
"La sua musica fu la mia unica compagnia, la mia straziante ninna nanna."



Estratti dal libro:

Solitudine – Kain

La cosa che più odiavo della mia vita era la solitudine. Nel mio appartamento c'era sempre troppo silenzio, troppo vuoto, uno spazio impossibile da colmare, qualsiasi cosa facessi.

Quando rientravo e trovavo le scarpe di Layla nel corridoio, mi sembrava che tutto, persino le pareti, fossero più calde. Sapevo che non ci sarebbero più stati i suoi stivaletti a darmi il benvenuto, e la mia ansia, il mio odio per quelle mura fredde, iniziavano ad assillarmi non appena salivo le scale.

Mentre la riportavo a casa, Veronica mi aveva fatto una sola domanda, inevitabile.

«Quando dicevi di avere una ragazza, ti riferivi a lei?»

«Cristo, è così evidente?»

«No. Non è qualcosa che si vede a occhio nudo, piuttosto... si sente. Nella tua musica.»

«Si sente ancora?» le avevo chiesto ingenuamente. «Lo hai sentito anche stasera?»

«Sì.»

«Io invece no. Sarà perché abbiamo rotto.»

«Credo che lei sia ancora importante per te.»

«Layla non è più niente per me.»

È stato in quel momento, dopo aver pronunciato delle parole tanto aspre, che la solitudine è tornata a bussare alla mia porta, con più insistenza di prima.  

 

Solitudine – Veronica

La cosa che più odiavo, nella mia vita, era la solitudine.

Ogni giorno incontravo delle persone, clienti di mio padre, conoscenti della mia famiglia, i miei pochi amici , Oliver, Jessica, Samantha, ma più gente frequentavo, e più mi sentivo sola. La vera me, quella che non riusciva mai a venire allo scoperto, era rinchiusa dentro la mia testa, incatenata dalla mia paura di deludere gli altri, oppressa dalla rigidità delle mie abitudini. Forse era per questo che detestavo sentire Kain suonare. La sua musica faceva intravedere alla bambina prigioniera dentro di me un po' di luce, anche se solo per qualche minuto, ed io la sentivo gridare, scalpitare, divincolarsi contro la mia volontà. Non volevo che emergesse. Non sopportavo di perdere il controllo.

 

Solo musica – Layla

«In quel momento, era ciò di cui avevo bisogno. Di qualcuno che non mi lasciasse andare. Avrei voluto che lo facessi tu, che smettessi di parlare, che mandassi tutto al diavolo, dicendomi che io ero più importante.

Lo so, non avevo nessun diritto di desiderare una cosa simile. Tu non hai mai detto che ero la tua ragazza, non abbiamo mai parlato dei nostri sentimenti, e in fondo sapevo che il nostro rapporto non era basato su niente di solido, ma da quando ti ho conosciuto, ho smesso di interessarmi a tutto il resto. Volevo cantare solo per te. Per noi.

Ma per te non c'era nessun noi, Kain. Era solo musica. Anche quando stavamo insieme, quando facevamo sesso, era come se la musica costringesse i nostri corpi a restare uniti, ma tu... tu non hai mai provato nient'altro per me. Lo sapevo, eppure non volevo accettarlo, ed è stato doloroso farlo. Fa ancora male, ma passerà.»

 

Giardino segreto – Veronica

«Sei troppo tesa.» mi disse, girandomi intorno. «Suonare dovrebbe essere un bel momento per te, non uno sforzo immane, altrimenti stai sbagliando qualcosa.»

«Quanti giri di parole, solo per dirmi che non sono brava.»

«Sei brava, invece. Hai molta tecnica e conosci a memoria tutti i movimenti necessari, abbastanza da eseguirli rapidamente e alla perfezione, come una macchina. Una studentessa che esegue un compito con impegno ma senza passione. È questo ciò che trasmetti quando suoni.»

Battei un piede per terra.

«Be', questa è solo una tua opinione.»

«Se non comunichi con te stessa, non riuscirai a donare molto a chi ti ascolta. La musica è un riflesso della tua personalità, e tu la stai nascondendo dietro a un velo noioso che non ti appartiene.» insisté con calma, convinto delle sue parole.

Continuò a girarmi intorno fino a fermarsi alle mie spalle, e un brivido freddo mi scosse la schiena. Avvertii il suo sguardo pungente come uno spillo alla base della nuca, tra le scapole lasciate a vista dal vestito leggero. Iniziai ad avere caldo e a respirare con la bocca.

«Forza, riprendi a suonare.» mi incoraggiò. «Fa' come se non ci fossi.»

Era impossibile ignorare la sua presenza. Anche se non era davanti ai miei occhi, percepivo la sua vicinanza, il profumo forte che aveva addosso e il soffio del suo respiro. Kain era nell'aria, mi accarezzava la pelle e passava attraverso le mie labbra, serpeggiava tra le corde del mio violino e tra i miei capelli, in attesa di una musica da trasportare. Esitando, lo accontentai.

Ripresi il brano dal punto in cui l'avevo interrotto, chiusi gli occhi, feci scivolare l'archetto sotto i raggi del sole che si posavano sulle mie palpebre.

«Hai mai provato a suonare nuda?»

Colta di sorpresa da quella domanda, sbagliai una nota.

«No.»

«Dovresti farlo.»

«Non vedo di che utilità sarebbe.»

Il vestito che indossavo era chiuso sul retro da un laccetto sottile, e senza spalline. Sentii le sue dita sfiorarmi la schiena per sciogliere il fiocco e mi agitai, stonando sgraziatamente.

«Tranquilla, Nicky, continua a suonare.»

Ansimai, non riuscivo a tenere il tempo come volevo. Le sue mani toccarono la mia pelle nuda, fecero scivolare il vestito lungo i miei fianchi, lasciando che cadesse a terra, ai miei piedi. Smisi di suonare, alzai l'archetto dalle corde, ma Kain mi accarezzò le costole e poggiò le labbra sulla mia spalla.

«Continua. Ci siamo solo io e te, non devi vergognarti.»

Tornai a suonare a fatica e a scatti, senza un ritmo preciso, con le braccia che tremavano.

Sfilò il fermaglio che teneva i miei capelli raccolti, e li sentii scivolare giù, lungo la schiena, morbidi come seta. Il tocco finale della sua opera.

Presi fiato, suonai, cercando di tenere le braccia in perfetta posa. Kain mi baciava dolcemente le spalle mentre mi ascoltava, e non riuscivo a concentrarmi.

«Va già meglio. Non fermarti.»

«Non ci riesco...»

«Suona.»

Era come se tutto intorno a me fosse cambiato. Se chiudevo gli occhi, mi sembrava di essere in un giardino segreto, che esisteva solo nella mia mente, e del quale Kain possedeva le chiavi.


Fuga – Veronica

Scappai da quel letto gigantesco nel quale mi ero sentita vuota e senza uno scopo, dalle luci soffuse rimaste accese, dai calici abbandonati sul tavolo e ancora pieni di vino. Scappai, con i vestiti sporchi di senso di colpa, la pelle impregnata di amarezza e le lacrime intrise di rancore. E scelsi le scale al posto dell'ascensore, perché il rumore dei miei tacchi sui gradini era l'unica piccola ribellione che potevo concedermi.  


Fuoco e ghiaccio – Kain

Quante volte lo avevo sognato, quante notti avevo immaginato di poterla sfiorare in quel modo, di sentire i suoi gemiti addosso.

Lei non poteva saperlo, non glielo avevo mai detto. Crescendo me n'ero fatto una ragione, ci avevo rinunciato, avevo smesso di pensare a quella che ritenevo solo una banale cotta da adolescente.

Mi sentivo soddisfatto, appagato, ma allo stesso tempo ero ancora più affamato di prima. Avrei voluto recuperare tutti quegli anni in una sola notte, se fosse stato possibile.

«Kain!»

Era così esile e delicata che avevo la sensazione che potesse rompersi tra le mie dita, quasi fosse di cristallo. Sarei rimasto per ore tra le sue cosce soffici, a farla sussultare e gemere, suonando il suo corpo sensibile come se fosse la mia chitarra.

«Ti prego... Fermati.»

Quella adorabile erre era un tormento. Mi faceva eccitare ogni volta che la sentivo, e perdevo la testa, completamente.

«Così mi farai morire.» singhiozzò con un filo di voce.

Stava piangendo, e non ne capivo il motivo. Alzai la testa, sfiorai con le labbra le sue ginocchia. Avevo ancora in bocca il suo sapore dolce.

«Perché piangi?»

«Perché sono felice.»

Mi spostai sopra di lei per baciarle la bocca.

Ero esausto, ma non riuscivo ad averne abbastanza. Persino respirare mi sembrava uno spreco, non avrei mai voluto smettere di lambire la sua pelle bianca. «Allora non sei fatta di ghiaccio, Nicky.»  



Biografia:

I. M. Another ha iniziato a scrivere sin da quando ha ricordi. Ha pubblicato per la prima volta, con questo pseudonimo, il primo volume della trilogia Charming Devil nel mese di settembre 2014. Sono seguiti poi Luring Devil e Chasing Devil, conclusione della serie. Nel mese di aprile 2016 pubblica Bloody Love, fantasy a base di misteri, erotismo e vampiri. La raccolta “Quel Diavolo di un Host” arriva soltanto ad agosto dello stesso anno, con inclusi diversi extra e un finale alternativo. A novembre 2016 pubblica il new adult Fragile, e dopo una pausa, a luglio 2017, esce Rock You: Conquistarti.
Per gli amici Mia, ha una passione profonda per videogames, manga e anime: è da questi tipi di sceneggiature che trae ispirazione. Oltre ai romanzi, scrive articoli per un web magazine italiano a tema videoludico e high-tech.

domenica 23 luglio 2017

Recensione "ROMA TI PORTERÀ FORTUNA" di ELLAH K. DRAKE

Stanotte ho finito di leggere il libro e ad essere sincera è uno dei libri più belli che abbia mai letto. Una storia meravigliosa con protagonista una ragazza di nome Samantha.

Vi racconto, senza esagerare qualcosa della storia...

Samantha Biasin è una giovane ragazza di Venezia, riuscita a sopravvivere alla morte, combattendo contro una grave malattia. Ha allontanato dalla sua vita tutti gli amici per non avere intorno solo sguardi compassionevoli, soffrendo da sola e portando con sé, in fondo al cuore tantissimo dolore.

Quando il dottore di famiglia le dice che è riuscita a superare la malattia, spiega non senza difficoltà alla famiglia di voler riprendere la sua vita in mano. Vuole andare a Roma, riprendere gli studi di psicologia e ricominciare a vivere. Dapprima la famiglia cerca di dissuaderla, primo fra tutti suo padre. Ma vedendo la tenacia di Samantha non può che lasciarla andare, premunendosi di trovarle una sistemazione. Parlando con un suo vecchio amico di Roma, trova ospitalità dal figlio di quest'ultimo.

Arrivata a Roma fa la conoscenza del ragazzo che la ospiterà, in una maniera alquanto bizzarra. Si ritrova infatti la nudità del ragazzo sotto gli occhi. Peraltro un ragazzo bellissimo e dai modi gentili. Samantha rimane colpita da tanta bellezza e dolcezza, ma Luke le rivela di essere gay mentre lei già intravedeva un possibile innamoramento. Instaurano sin da subito un legame bellissimo, quasi fraterno, fatto di sincerità, rispetto e protezione.

Un giorno rientrando in casa, in corridoio fa la conoscenza di Richard, il gemello di Luke, dagli occhi di un viola mai visto, completamente nudo. Richard rimane atterrito dalla somiglianza di Samantha alla sua ex Amanda, morta tempo addietro. Luke non glielo aveva rivelato, forse per non turbarlo maggiormente o semplicemente perché sa che sarebbe colpito direttamente al cuore da Samantha, conoscendolo. Preso da un momento di delirio, bacia Samantha lì nel corridoio, rimanendo colpito dal carattere di lei che lo ammonisce seduta stante.

Per Samantha è il classico colpo di fulmine, non riesce a dimenticare quel bacio né tantomeno la bellezza e il carattere terribile di Richard, comprendendo la sua anima meglio di chiunque altro, riuscendo a carpire la sua sofferenza dal profondo del suo cuore, perché è la stessa sofferenza che affligge lei.

Altri personaggi ruotano attorno alla protagonista. C'è suo fratello Stefano sempre pronto che proteggerla, gli amici dell'Università Marta e Valerio, il migliore amico. C'è Rebecca, la fidanzata di Richard. E poi c'è Elettra, una dolce ragazza piena di vita, conosciuta in ospedale che entrerà  nella sua vita, ma soprattutto nel suo cuore, aiutandola a capire moltissime cose di sé e che la incoraggerà a seguire i suoi desideri. Soprattutto i desideri del suo cuore.

Mi sono dilungata tanto, ma non vi dirò una parola di più sulla storia, giuro. Vorrei dirvi solamente di leggere tutta la storia di Samantha, ne vale veramente la pena, davvero.


Ho letto il libro in qualche giorno, anche se l'avrei letto tutto d'un fiato, talmente era coinvolgente. Ho cercato di non finirlo subito solamente perché ho voluto davvero viverlo.

È scritto divinamente, è scorrevole e pieno di colpi di scena, mai scontato.

Credo sia stato scritto per far tremare i cuori di chi lo legga. Il mio di sicuro ha tremato, amo tantissimo i libri scritti così, quasi poeticamente.

Ho sognato con Samantha quegli occhi viola che mi hanno fatto innamorare virtualmente. Chi non si innamorerebbe di un uomo come Richard? Perché in fondo a noi donne, gli uomini con un carattere difficile piacciono proprio, vero? A me sicuramente. Beh io perderei la testa in un attimo per uno così, perché in fondo al cuore Richard sa anche essere dolcissimo.

Consiglio di leggerlo a chi vuole sognare un amore romantico ma struggente, dolce e amaro, a chi sogna un amore da favola e a chi sogna ad occhi aperti l'arrivo del principe azzurro. Tanto prima o poi arriverà, è questione solamente di tempo, ognuna di noi prima o poi troverà il suo Richard. E solo allora capirà cosa vuol dire amare, donare il proprio cuore all'altra metà, anche a costo di farsi male o di essere maledettamente felici.

A volte leggere alcune pagine mi ha letteralmente spezzato il cuore, mi sono "sentita" Samantha un'infinità di volte per alcune situazioni, ho amato la sua dolcezza e la sua solitudine, il suo enorme bisogno d'amore nonostante tutto il resto.

Grazie di cuore Ellah per avermi fatto leggere questo libro favoloso, che consiglio davvero con il cuore. Volevo inoltre dirti che nutro davvero una stima grandissima per te e per i tuoi romanzi, a mio parere scritti divinamente.

Germana


Alcuni estratti particolarmente

ACCETTARE SIGNIFICA RENDERSI CONTO CHE PORTERAI DENTRO DI TE LA PERSONA CHE HAI AMATO PER SEMPRE NEL TUO CUORE, ANCHE SE NON LA RIVEDRAI PIÙ FISICAMENTE.

"Prenditi del tempo per capirlo, per capire te stesso, perché la felicità non è mai da ricercare al di fuori di noi, nei cuori degli altri, in ciò che loro ci danno, ma solo nei nostri cuori: solo dentro di noi esiste davvero quella benedetta felicità."

QUEL VOLTO DAI TRATTI VIRILI, QUEGLI OCCHI COSÌ SINGOLARI, QUELLA. VOCE TALMENTE SEDUCENTE... MI ACCORGO DI AVERLO SEMPRE AMATO, FIN DAL PRIMO GIORNO. SI È IMPADRONITO DEL MIO CUORE, HA SEDOTTO LA MIA ANIMA, MI POSSIEDE ORMAI. GLI SORRIDO CON AMORE.

"SE DUE ANIME SONO DESTINATE A STARE INSIEME, PRIMA O POI TROVERANNO IL MODO PER RITROVARSI E QUANDO CI RIUSCIRANNO E SARANN LIBERE, MATURE E CONSAPEVOLI DI CIÒ CHE PROVANO LUNO PER L'ALTRA, CONSCE DI POTER PROSEGUIRE INSIEME UN TRATTO DI STRADA OPPURE TUTTA LA VITA, NON AVRANNO PIU ALCUN TIMORE DI AMARSI SUL SERIO. L'AMORE È QUESTO, UN RINCORRERSI, TROVARSI, PERDERSI, UN CONTINUO SCEGLIERSI, FINO A QUANDO CI SI SCEGLIE, ALLORA C'È SEMPRE SPERANZA SAM."

"Vieni via con me Sam" m'invita solenne.
"Si" rispondo con voce sicura e piena dell dolcezza che il mio sentimento m'infonde.
S alza come al rallebtatore e mi afferra la mano. Cominciamo a correre, sorridendo come due amanti che assaporando il desiderio di ritrovarsi nelle braccio luno dell'altra, con i corpi nudi ei cuori che battono all'unisono.
Le immagini di noi due mentre facciamo l'amore mi riempiono di estasi. Ho voglia di spogliarlo, di tratteggiare con le mani la linea dei suoi muscoli, di accarezza e lo e baciarlo rubandogli il respiro. Voglio farlo felice.
Ho il orifondo desiderio di donargli tutto di me, fino allultima briciola di quell'amore che prima la mia anima voleva negargli.
In questo istante, però, ammirando il maglioncino aderente al suo torace perfetto e quei jeans che gli fasciano il sedere così ben tornito, la mi fervida fantasia galoppa verso lidi eroticamente imbarazzanti. Sono certa che Elettra approverebbe: ho sempre avuto limpressione che parteggiasse per noi due.


Sinossi:

Samantha ha vinto la sua battaglia contro la leucemia e vuole riprendere in mano la propria vita. Decide di ricominciare da sola lontano dai luoghi che le ricordano la malattia e sceglie Roma, contro il parere dei genitori e dell'affettuoso, anche se ruvido e dispotico, fratello maggiore che la vorrebbero tenere sotto una campana di vetro. Richard, un giovane romano di buona famiglia, segnato dalla sofferenza per la perdita dell'amata compagna, è un'anima nera, volta all'autodistruzione. Si disinteressa del prossimo e del male che può fargli. Il loro incontro-scontro è surreale. Samantha è convinta che sia Luke, il suo tenero e premuroso inquilino. Richard, invece, pensa che lei sia la sua Michelle rediviva. Tra i due s’instaura all’inizio un rapporto ostile, ma quando Richard scopre la verità su Samantha, le barriere che ha eretto in passato cominciano a sgretolarsi. Per quanto diversi caratterialmente, sono proprio le cicatrici che portano nel cuore ad accomunarli. Ma quale piano ha in serbo il destino per due persone così?

sabato 22 luglio 2017

Segnalazione "NON DIRGLI CHE TI MANCA" di ALESSANDRA ANGELINI

Buon sabato, con immenso piacere voglio segnalarvi il libro "Non dirgli che ti manca" dell'autrice Alessandra Angelini

Titolo: "Non dirgli che ti manca"

Autrice: Alessandra Angelini

Editore: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 17 novembre 2016

Pagine: 446


Di seguito vi lascio la mia recensione, alcuni estratti, la trama e la biografia.


Ho iniziato a leggere il libro con grande emozione. Credo sia uno dei libri che piu ho desiderato leggere. 

Il libro racconta la storia tra Isabella e Denis.

Isabella é una ragazza con un grande carattere, che porta con se delle fragilità. Rinuncia agli agi della sua famiglia pur di vivere libera la sua vita, scegliendo di non vivere secondo le regole rigide e ingiuste del padre, affrontando con coraggio gli ostacoli.

Una sera in un locale incontra Denis e ne rimane attratta all'istante dopo averlo sentito cantare. Trascorrono insieme la notte ma la mattina dopo Isabella va via mentre Denis é sotto la doccia senza neanche salutarlo.

Le loro vite si intrecciano nuovamente piú avanti e da quel momento vivono la loro storia d'amore con una felicita immensa nel cuore.

Denis fa parte della Band "Bad attitute", una band abbastanza famosa, molto unita, come una famiglia, composta anche da Julien e Nico. Poi c'é Caterina, la sorella di Julien, nonché fidanzata di un altro del gruppo ed é l'unica che sa tenere a bada il gruppo.

Denis e Isabella affronteranno una serie di eventi...che non vi svelero' per non togliervi il gusto di leggere il libro.

La storia d'amore tra Isabella e Denis mi ha rapita dalle prime pagine facendomi sognare insieme a loro. 

Consiglio davvero con tutto il cuore di leggere il libro "Non dirgli che ti manca"

Sono sicura che la loro storia d'amore rock vi ruberà il cuore come  é successo a me.

Ho amato molto il modo d'amare di Denis.

Sono felice di essere entrata a far parte del fan club "Bad attitude" e credo che non smettero' mai di farne parte. Oltre a Denis e Isabella, adorabili, ho adorato tanto anche il personaggio di Max, antagonista di Denis e ho riso tanto grazie alla simpatia di Caterina.



"UNA RAGAZZA CHE DEVE ANCORA TROVARE LA SUA STRADA.

UN RAGAZZO CHE CREDE SOLO NELLA MUSICA.

IN UNA NOTTE CHE CAMBIA TUTTO, INFRANGONO OGNI REGOLA. QUANDO TROVI L'AMORE, QUANTO SEI DISPOSTA A LOTTARE PER REALIZZARE I TUOI SOGNI?"



LE FAVOLE NON ESISTONO, POI AVEVA INCONTRATO LUI...

COSA SEI DISPOSTO A FARE PER AMORE?

IL LORO AMORE ERA COME IL FUOC INTENSO. BRUCIAVA TUTTO QUELLO CHE AVEVANO INTORNO.

SI ERANO INNAMORATI QUASI PER CASO, RESTAVANO INSIEME PER SCELTA.

CERTI AMORI SONO SEMPLICEMENTE DESTINATI A ESISTERE.

LA MUSICA È LUNICA A NON AVERMI MAI ABBANDONATO.



Estratti dal libro:


"Lei mi fa sentire come solo la musica sa fare. L'ho sempre saputo. Lei è speciale."

"Lui era la cosa più vicina alla felicità che conoscessi."

"Ti odio per come mi fai sentire. T amo per come mi fa sentire."

"Denis era l'ingranaggio mancante del complesso meccanismo che faceva funzionare il mio cuore. Il pezzo senza il quale ero solo carne e sangue. Lui era il soffio di vita in grado di compiere quella magia."

"Sogna e non avere paura di farlo, sogna e non smettere mai, perché è ciò che ti tiene in vita."

"Voglio che ci viviamo fino all'ultimo momento, voglio tutto perché nemmeno la musica m basta se non sei con me."

"Ho provato a staccarmi da te, a dimenticarti, ma non ci riesco."

"La vita non era mai stata giusta con me, mi aveva tolto tanto, poi mi aveva ripagato, all'improvviso."

"Ogni volta che penso di aver trovato la chiave di lettura per com prenderti, fai qualcosa che mi fa capire quanto sono distante in realtà. Ti sfioro senza mai tocca e ti veramente."

"Denis allungò la mano, si fermò a mezz'aria senza arrivare a sfiorarmi. Per un istante ci guardammo incerti, spaventati, poi presi la sua mano. La strinse nelmia, perché era la sola cosa giusta da fare."



Sinossi:

Isabella è a pezzi. Deve vedersela con un padre di successo, per il quale non c’è un altro futuro possibile se non quello che lui stesso ha immaginato per la figlia. E come se non bastasse, il suo fidanzato, quello che secondo tutti era il ragazzo perfetto, la tradisce spezzandole il cuore. Così decide che è arrivato il momento di cercare la propria strada e trasferirsi da Roma a Bologna per studiare. Ma la vita è sempre pronta a sorprenderti: nel caso di Isabella l’imprevisto si chiama Denis, tatuatissimo batterista dei Bad Attitude. In una notte che cambia tutto, Isabella infrange ogni regola. I due si imbarcano in una relazione turbolenta, fatta di lunghe separazioni, resa complicata dall’insofferenza del padre di lei e dalle insicurezze della ragazza. Nonostante le differenze sociali, quello che Denis e Isabella provano l’uno per l’altra è un sentimento insopprimibile, forte e delicato, violento e dolce allo stesso tempo, qualcosa che va oltre le regole, ma che non sembra destinato a finire, come quelle melodie che entrano nella testa e non se ne vanno più…



Biografia:

Alessandra Angelini è nata a Faenza. Si è laureata in Chimica industriale a Bologna, quella che considera la sua città d'adozione.

Appassionata di musica, divide il suo tempo libero tra letture di ogni genere e la scrittura.

"Non dirgli che ti manca" , romanzo inizialmente auto pubblicato, è stato nella classifica dei libri digitali per oltre cinque mesi, finché non è stato scoperto dalla Newton Compton.

Per saperne di più, visitate il suo sito internet alessandraangelini.com e la sua pagina Facebook: alessandraangeliniautore.

Per saperne di più, visitate il suo sito internni

venerdì 21 luglio 2017

Segnalazione "UN INCONTRO DISASTROSO" di MARIA MARANO

Ciao buon pomeriggio voglio segnalarvi il libro "Un incontro disastroso" dell'autrice Maria Marano


Titolo: Un incontro disastroso

Autrice: Maria Marano

Dimensioni file: 510 KB

Lunghezza stampa: 178

Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.


SINOSSI:

Chris McGuire, avvocato di successo.
Ha dovuto faticare per avere questo posto di prestigio, dato che caparbiamente ha rifiutato e continua a rifiutare l'aiuto di suo padre, giudice e imprenditore di successo.
Genitori assenti, mancanza di affetto e attenzioni, Chris riempie quel buco con auto, viaggi e donne, soprattutto donne.
Ma che succede, se per caso un giorno si imbatte, anzi si scontra, con la bellissima Renee Miller, avvocatessa caparbia e dalla parte dei più deboli.
Lei cerca giustizia, anzi vendetta contro chi le ha portato via suo padre, cosi facendo esclude chiunque dalla sua vita, fuorché sua madre e la sua sorellina.
Non c'è spazio per i sentimenti, non c'è spazio per l'amore, non deve e non può lasciarsi travolgere dalla passione.
Ma sarà proprio cosi? Riuscirà Chris a rompere questa sua corazza?
Un oscuro segreto grava sulle loro teste...


BIOGRAFIA:

"Allora mi presento, sono Maria e ho 28 anni e vengo da Napoli, studentessa di Farmacia (presto alla laurea).

Sono una ragazza semplice, mi piace leggere (divoro libri di ogni genere), fare dolci, disegnare e scrivere.
Ho scritto quattro romanzi (brevi e autoconclusivi) e pubblicati su Amazon da febbraio, anche se li tenevo rinchiusi in una cartellina sul mio pc da moltissimo tempo. Avevo paura, paura di non essere all'altezza, di non piacere, di fallire, ma il mio fidanzato (che mi sopporta da 10 anni e spero che continui anche negli anni a venire), mi ha spinto a provare.

Per ora mi addolcisco la vita con i commenti positivi, e mi amareggio per quelli negativi, ma dovevo pur provare.
Nessuno nasce imparato, come si dice al mio paese. Presto seguirò dei corsi specifici, per migliorare, ma devo ammettere che mi sento molto soddisfatta.

I miei ebook sono sempre scritti in prima persona e con i punti di vista di entrambi i personaggi. Mi piace descrivere le emozioni di entrambi, far sentire la voce, aiutare ad immaginare meglio il loro aspetto, il loro carattere e ciò che li porta ad avvicinarsi, ma soprattutto come cambiano.

Sto scrivendo un nuovo romanzo, spero di pubblicarlo per settembre, ma soprattutto spero di dare il meglio di me."

giovedì 20 luglio 2017

Segnalazione "FORE MORRA" di DIEGO DI DIO

Voglio segnalarvi il libro thriller "Fore Morra" dell'autore Diego Di Dio

Titolo: Fore Morra

Autore: Diego Di Dio

Editore: Timecrime (26 gennaio 2017)

Collana: Narrativa

Dimensioni file: 806 KB

Lunghezza stampa: 315

Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.


Sinossi

Senza sosta e senza redenzione. Gente comune unita dal filo rosso del destino, un’umanità esasperata, giochi di ruolo tra vittime e carnefici. Diego Di Dio si diletta con la psicologia dei suoi personaggi costruendo una storia che sconvolge e al tempo stesso commuove.

Alisa e Buba sono due sicari. Entrambi sono professionali, spietati, ben noti nell’ambiente. Lavorano insieme, ma non potrebbero essere più diversi. Buba è un uomo possente, maniacale, una perfetta macchina di morte dal passato ambiguo e oscuro. Alisa è una sopravvissuta. Si porta dietro il fardello di un’infanzia trascorsa tra violenze e angherie, tra abusi e povertà: è cresciuta ai margini di una società feroce e impietosa. Quando viene commissionato loro l’omicidio di un piccolo camorrista, scoprono che si tratta di una trappola architettata da un uomo potente e determinato, chiamato “il boss”, e di cui si sa una cosa sola: il suo obiettivo è catturare Alisa, catturarla viva. Andando a ritroso nella memoria, esplorando i tormenti e le violenze subite nella sua vita, Alisa dovrà capire chi si nasconde dietro la grande macchinazione congegnata ai suoi danni. Lei e Buba dovranno addentrarsi tra i quartieri di Napoli e negli antri bui della mente umana, per scoprire quanto profondo e devastante possa essere l’odio di un uomo tradito.

Fore morra: fuori dalla camorra. Come proiettili impazziti, con tutti e con nessuno.



Biografia:

DIEGO DI DIO

Diego Di Dio è nato nel 1985. Si è laureato in giurisprudenza, con il massimo dei voti, con la tesi "Il mercato dell’editoria: analisi del suo funzionamento e prospettive future." 

Nel 2017 ha pubblicato il suo primo romanzo, "Fore morra" (Fanucci, Timecrime), un thriller-noir che ha riscosso un notevole successo, di critica e di pubblico.
 
Come scrittore ha pubblicato per Mondadori, Delos Digital, Nero Press, Milano Nera.

Nel tempo si è aggiudicato i seguenti premi: premio Mario Casacci (Orme Gialle) 2011 con il racconto "La signora", premio Writers Magazine Italia 2013 con il racconto "C’è ancora tempo", Nero Premio 2013 con il racconto "Il Coltellaio", menzione d’onore al Gran Giallo di Cattolica 2014 con il racconto "Il canto dei gabbiani" e premio Writers Magazine Italia 2016 con il racconto "Il trampolino". 

Ha ideato e curato, per la Homo Scrivens, l’antologia "Matrix Anthology" e, per la Watson Edizioni, il volume "I racconti di Hannibal Lecter". 
Ha seguito, a Roma, il corso Oblique per redattori editoriali; dopo di che ha fondato Saper Scrivere (www.saperscrivere.com), un'agenzia letteraria di cui, attualmente, è titolare e editor.


mercoledì 19 luglio 2017

Segnalazione "VIENI A PRENDERMI" di ERIKA VANZIN

Buon pomeriggio ho il piacere d segnalarvi il libro "VIENI A PRENDERMI" dell'autrice  ERIKA VANZIN


Titolo: Vieni a prendermi

Autrice: Erika Vanzin

Dimensioni file: 2069 KB

Lunghezza stampa: 311

Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.


Sinossi:

Brittany è una ragazza allegra, simpatica, genuina e si è appena trasferita in un dormitorio di Stanford per frequentare l'università. Studentessa modello al liceo, si accorgerà presto che avere successo al college non è semplice come credeva, soprattutto se si lascia prendere dalle distrazioni. 
JJ è al terzo anno della stessa università, conosce Brittany il primo giorno in cui lei mette piede nel campus, in un modo che farà infuriare la ragazza. JJ però è un ragazzo caparbio, ed estremamente attraente, che non si lascia abbattere da un inizio poco promettente: farà di tutto per entrare nelle grazie della nuova arrivata.
Gli esami difficili, un tradimento doloroso e finte amicizie, mettono in crisi Brittany a tal punto da farla quasi crollare, solo JJ sembra darle quella serenità che le permette di mantenere una parvenza di sanità mentale.
“Vieni a prendermi” è una storia di amori a prima vista, amori indesiderati e amori non corrisposti con lo sfondo di una Stanford a volte magica, altre volte molto più simile all'inferno.

Vieni a prendermi è il PRIMO LIBRO della serie “Stanford Series”.


Biografia:

All'età di otto anni Erika ha chiesto a Babbo Natale una macchina da scrivere. Quello è stato il momento in cui i suoi genitori, alquanto sorpresi, si sono resi conto che non era come tutti gli altri bambini. Comunque, quel Natale ha ricevuto la sua prima pesante, professionale e nuovissima “Olivetti Lettera 35”. È stato amore a prima vista. Ha cominciato immediatamente a scrivere alcune parole che ben presto sono diventate la sua prima storia breve. Con il passare del tempo ha comprato un computer molto più efficiente ma, quella macchina da scrivere, avrà sempre un posto speciale nel suo cuore: è stata il suo primo amore.

Erika è nata il 6 dicembre 1979 a Valdobbiadene in provincia di Treviso, un piccolo paese ai piedi delle Prealpi. Entrambi i suoi genitori sono nati e cresciuti nella stessa frazione dove tutt'ora risiedono. Erika ha vissuto con loro fino all'età di diciotto anni quando si è trasferita a Padova per frequentare l'università. Dopo la laurea non è tornata a Valdobbiadene ma ha seguito il suo cuore e ha viaggiato in giro per il mondo, vivendo a Los Angeles, Vancouver e Londra e visitando parte del Nord America e dell'Europa.

Suo fratello, Nicola, è nato quando lei aveva cinque anni e, alcuni mesi prima che nascesse, aveva già cominciato il primo anno alla scuola elementare Nicolò Bocassino. Proprio in questa scuola ha incontrato l'insegnante che le ha fatto amare ancora di più la scrittura, i libri e lo studio in genere. Quello è stato l'incontro determinante che l'ha fatta diventare quella che è oggi perché è stata la prima persona, al di fuori della famiglia, a incoraggiare la sua creatività e il suo amore per i libri.

Da adolescente si è sempre sentita diversa, tagliata fuori, incompatibile con il mondo in cui era immersa, così ha sempre trovato rifugio nei suoi diari, nei libri e nella musica. Due libri in particolare l'hanno aiutata a sopravvivere in quegli anni: “L'angelo bruciato”, la storia di Kurt Cobain scritta da Dave Thompson e “Jack Frusciante è uscito dal gruppo” di Enrico Brizzi. Due libri completamente diversi ma che condividono lo stesso malessere e disagio che solo un adolescente può provare. Grazie a loro è riuscita a sopravvivere quegli anni fino a trovare il suo posto nel mondo, a trent'anni, quando ha cominciato a scrivere romanzi.